SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA
News

TECNOLOGIE | Il disegno della lama

Conosciamo bene le differenze di stile che intervengono sul ghiaccio tra pattinaggio di figura, hockey e fitness. Ma possiamo individuare delle differenze anche tra la lama da hockey e quella da pattinaggio artistico. Infatti, la lama da figura ha delle punte sulla parte superiore ed è di solito più lunga e pesante di una lama da hockey. Inoltre, nella maggioranza dei casi, la lama da pattinaggio di figura è montata separatamente su una scarpetta dedicata, mentre le lame del pattino da hockey sono ancorate sul fondo delle scarpe stesse.

Un’altra differenza si trova nel sistema di fissaggio: vengono utilizzati i rivetti per ancorare la lama al pattino da hockey, le viti per il pattinaggio artistico.

Nel pattinaggio artistico, inoltre, vengono utilizzati tacchi molto corti, per aiutare la mobilità e trasferire con precisione il movimento al ghiaccio. Infine, non è del tutto vero che puntali più estesi siano migliori per i pattinatori più esperti: la cosa davvero importante, nella punta, è la curva anteriore della lama, che consente cambi di direzione, salti e atterraggi precisi.

Il materiale con cui vengono fabbricate le lame può essere acciaio temperato, acciaio inox oppure alluminio estruso. Quest’ultimo è più leggero, più resistente dell’acciaio temperato e consente di affilare meno frequentemente la lama, rispetto alle altre costruzioni.

Infine, un cenno al design delle lame da endurance e velocità. Sono molto lunghe, sottili, in quanto devono trasferire tutta la spinta dal pattinatore verso il ghiaccio, senza dispersione. Il risultato è massima velocità, controllo ottimale e spazio di frenata ridotto.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.